L’importanza di Schema.org

Schema.org diventa di giorno in giorno sempre più importante agli occhi di Google.

Ma di che cosa si tratta realmente? In buona sostanza di un markup in grado di generare su di un sito dei dati strutturati, informazioni cioè facilmente leggibili ed interpretabili dal motore di ricerca. Utilizzando questo strumento, dietro il quale operano in sinergia Google, Microsoft, Yahoo e Yandex, i siti possono avere dei vantaggi in termini di posizionamento e non solo. Servendosi di questi micro-dati, per esempio, siti di attività e-commerce mostreranno agli utenti in Serp prezzi, stelline di valutazione sui prodotti e altri dettagli in grado di rendere l’utente più propenso a cliccare.

Su questo tema Searchenginewatch.com ha intervistato l’esperto SEO italiano Sante Achille, il quale ha non ha mancato di sottolineare la grande importanza di questo markup. L’elevatissima collezione di dati strutturati che Schema è in grado di fornire è stata ben raffigurata dall’esempio relativo alle immagini. Come tutti noi SEO sappiamo, quando siamo di fronte ad un’immagine non possiamo esimerci dall’ottimizzazione dell’Alt Tag in modo da fornire a Google una descrizione della stessa. Schema.org, oltre alla descrizione, fornisce il motore di ricerca di un mucchio di apprezzati dettagli quali:

–          Nome dell’immagine.

–          Headline principale e alternativa.

–          Dettagli sull’immagine (da dove è stata presa, a cosa si riferisce…)

–          Un’ulteriore descrizione dedicata.

–          Elenco di keyword rilevanti

–          Genere dell’immagine e target

–          Didascalia

–          Dichiara se l’immagine è rappresentativa della pagina

–          Statistiche su quando l’immagine è stata creata, pubblicata e modificata.

–          Dettagli sull’autore dell’immagine (Nome, indirizzo, Paese, sito web…)

Si tratta dunque di una sorta di ponte tra il sito e il resto del web, qualcosa che va ben oltre il semplice Alt Tag e tutti gli altri elementi suggeriti a Google in seguito ad una buona ottimizzazione onsite. In sostanza è un mezzo che consente di essere molto più chiari e leggibili, che è proprio ciò che piace al nostro amico.

Achille sottolinea poi l’importanza dell’utilizzo dell’attributo inLanguage per il SEO internazionale e stabilisce qual è il periodo dopo il quale aspettarsi dei miglioramenti in termini di posizionamento e traffico in seguito all’integrazione del proprio sito con lo Schema.org markup: tra le 4 e le 6 settimane, anche se più contenuto ha il sito, più tempo ci vuole perché Google elabori e lo premi. E’ comunque buona norma tenere sotto controllo il proprio Webmaster Tool in modo da visualizzare eventuali segnalazioni di errori e correggerli in tempi brevi.

Ecco il link all’articolo intero: http://searchenginewatch.com/article/2336555/Schema-International-SEO-Everything-You-Need-to-Know

Ecco invece la guida Google su Schema.org: https://support.google.com/webmasters/answer/1211158?hl=it

Compila il form o contattaci allo 02 9163 8534


Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

 Accetto il trattamento dei dati in piena conformità alla Legge sulla Privacy n.196/2003.

Related posts