L’importanza del Trust Flow

Gli ultimi sviluppi in ambito SEO, hanno elevato definitivamente la qualità a criterio fondamentale e necessario per poter ottenere risultati con l’attività di posizionamento sui motori di ricerca e, quindi, con l’attività di link building.

Mentre le directory avevano già da tempo ricevuto, loro malgrado, il pensionamento anticipato, i recenti aggiornamenti dell’algoritmo di Google successivi al celebre Penguin stanno rendendo sempre più antiquati e di poco valore anche tutti quei blog finalizzati alla vendita o allo scambio di link e poco concentrati alla pubblicazione di contenuti di qualità davvero utili per i loro lettori.

In quest’ottica, per realizzare una campagna di link building realmente efficace è necessario prestare molta attenzione a dove si pubblica. Piuttosto che posizionare un link su un sito di scarsa qualità e che potrebbe essere presto oggetto di penalizzazioni da parte di Google, è meglio aspettare e trovare la giusta occasione per poterlo inserire su un sito davvero autorevole. Ora come ora, tre-quattro guest post al mese pubblicati su siti autorevoli per il settore desiderato, secondo noi risulta di gran lunga più produttivo di una pubblicazione industriale di post su siti e blog di bassa qualità.

Per scegliere se un sito o blog è adatto ad ospitare il nostro link, la domain popularity è certamente un criterio fondamentale da tenere in considerazione, ma deve andare di passo con il Trust Flow, la flow metric che, insieme al Citation Flow, è stata inserita da qualche mese sul noto tool Majestic SEO.

Ma cos’è e come funziona il Trust Flow?

Si tratta di un dato percentuale, da 0 a 100, che stabilisce la fiducia (trust in inglese) che Google ha verso il sito in questione. Il Trust Flow vuole offrire una misurazione sulla “qualità” dei backlinks ricevuti e calcola la fiducia del dominio basandosi sul numero di link ottenuti da un insieme di siti che, per via della loro storia e delle loro caratteristiche, vengono ritenuti universalmente affidabili. Avere 15 come Trust Flow significa avere già una buona affidabilità.

Come si incrementa il Trust Flow?

Ricevendo baclinks da siti che abbiano a loro volta un Trust molto elevato. Così facendo si otterrà una crescita del proprio Trust Flow e, cosa ben più importante, un miglioramento del posizionamento su Google.

Compila il form o contattaci allo 02 9163 8534







Accetto il trattamento dei dati in piena conformità alla Legge sulla Privacy n.196/2003.

Related posts

'